ADVANTAGE JA

COS’È UNA JOINT ACTION?

Le Joint Action (Azioni congiunte) sono uno strumento di finanziamento nell’ambito del terzo Programma dell’UE per la salute 2014-2020. Sono progettate e finanziate dalle autorità degli Stati Membri e dall’Unione Europea per far fronte a specifiche priorità nell’ambito del Programma dell’UE in materia di salute. Le Joint Action possiedono un evidente valore aggiunto comunitario – si prevede che contribuiscano alla risoluzione di problemi a livello europeo, inoltre presentano un impatto maggiore rispetto alle azioni intraprese dalle singole nazioni, soprattutto sul piano decisionale. Sono finanziate sia dalle autorità competenti responsabili in materia di sanità negli Stati Membri (per esempio, i Ministeri della Salute) o nei paesi terzi che partecipano al Programma, sia da enti pubblici e organismi non governativi incaricati dalle suddette autorità competenti. Le Joint Action coinvolgono in media 25 partner, a seconda della portata dell’azione, e devono essere correlate alle politiche dell’UE esistenti nel campo della sanità pubblica e in altri settori. Inoltre, non devono duplicare iniziative che possono essere intraprese a livello degli Stati membri.

Clicca qui per ulteriori informazioni SCHEDA INFORMATIVA JOINT ACTION.


ADVANTAGE JA -“ Un approccio globale per promuovere un invecchiamento libero da disabilità in Europa: l’iniziativa ADVANTAGE”

ADVANTAGE è una Joint Action che coinvolge 22 Stati Membri (SM) e 35 organizzazioni. È co-finanziata dall’Unione Europea e dagli SM.

I partner lavorano insieme per riassumere l’attuale stato di avanzamento dei diversi componenti della fragilità e della sua relativa gestione, a livello individuale e di popolazione. Inoltre, collaborano per accrescere la consapevolezza in materia di fragilità, al fine di costruire una visione comune che verrà condivisa da tutti gli SM partecipanti.

Il prodotto finale sarà il “Frailty prevention approach” (FPA), un modello europeo comune per contrastare la fragilità e indicare ciò che nei prossimi anni dovrà costituire una priorità a livello europeo, nazionale e regionale. Su tale modello si baserà un approccio gestionale comune delle persone anziane fragili o a rischio di sviluppare fragilità all’interno dell’Unione europea (UE).

Si prevede che l’identificazione dei componenti chiave della fragilità e della sua relativa gestione promuoveranno i necessari cambiamenti relativi all’organizzazione e alla realizzazione dei sistemi sanitari e sociali. Ciò contribuirà alla creazione di modelli di assistenza sostenibili che, tenendo conto del profilo sanitario specifico di ciascun SM, permetteranno loro di affrontare la sfida della fragilità nell’ambito di un quadro comune.

ADVANTAGE JA si rivolge ai decisori politici coinvolti nella pianificazione e nello sviluppo di politiche e strategie di assistenza sociosanitaria per le persone anziane; ai professionisti sanitari e sociali e ai caregiver formali e informali, che attuano le modifiche necessarie alla prassi quotidiana. Inoltre, la Joint Action si rivolge alle persone anziane fragili o a rischio di fragilità, nonché alla popolazione dell’Unione europea nel suo complesso.

Ciò condurrà allo sviluppo e alla realizzazione di migliori strategie per la diagnosi, l’assistenza, la ricerca e l’educazione in materia di fragilità, disabilità e multimorbilità. Inoltre, ridurrà l’onere e l’inefficienza dell’erogazione dei servizi di assistenza, attraverso il supporto per l’autogestione, un migliore coordinamento e pianificazione delle cure, approcci organizzativi innovativi e una collaborazione più efficace tra professionisti e caregiver informali.

QUAL È IL RUOLO DELLA COMMISSIONE EUROPEA?

La Commissione europea attua il Programma Consumatori dell’UE e l’iniziativa Better Training for Safer Food, nonché il Programma dell’UE per la salute, che cofinanzia la Joint Action ADVANTAGE.
L'Agenzia esecutiva per i consumatori, la salute, l'agricoltura e la sicurezza alimentare (CHAFEA) pfornisce un servizio professionale nell’eseguire i compiti e le attività ad essa affidati dalla Commissione europea (CE). Inoltre, lavora a stretto contatto con la Direzione generale della salute e della sicurezza alimentare (DG SANTE) della CE, che possiede la leadership politica sulle politiche dell’UE in materia di salute, al fine di proteggere e migliorare la sanità pubblica.

Clicca qui per ulteriori informazioni su EC, DG SANTE e CHAFEA.